mercoledì 23 agosto 2017 02:41 Mobile Tag_Search Network_Search Site_Map Feed_RSS 3dfxzone amdzone atizone nvidiazone unixzone forumzone enboard.3dfxzone
     
HWSetup.it            
 
Home   |   News   |   Headlines   |   Articoli   |   Componenti   |   Schede Video   |   Applicazioni   |   Benchmark   |   Community   |   Redazione   |   Ricerca








Sei in: Home  Articoli  AMD FreeSync, l'alternativa open alla tecnologia G-SYNC di NVIDIA  Pagina 1

AMD FreeSync, l'alternativa open alla tecnologia G-SYNC di NVIDIA

a cura di Giacomo Usiello | 20/03/2015 | Fornitore: Redazione

AMD ha annunciato, e dettagliato con l'ausilio del set di slide che vi presentiamo di seguito, FreeSync, una tecnologia, basata su uno standard aperto, attraverso la quale può essere migliorata la resa grafica dei game e dei video visualizzati con l'ausilio di un monitor per PC dotato di un ingresso realizzato in accordo allo standard DisplayPort 1.2a.

[Immagine ad alta risoluzione]

FreeSync, che rappresenta evidentemente la risposta di AMD alla tecnologia proprietaria G-SYNC di NVIDIA, incrementa la qualità dell'output grafico non statico poichè elimina potenzialmente tutte le imperfezioni indotte dalla mancanza di sincronizzazione tra la frequenza di refresh del monitor, o refresh rate, e il frame rate che caratterizza il segnale prodotto dalla GPU e inviato dalla scheda video al display.

[Immagine ad alta risoluzione]

FreeSync si basa sul principio secondo il quale, in virtù della evoluzione temporale del frame rate, anche l'andamento nel tempo della frequenza di refresh del monitor non debba essere costante ma, piuttosto, dinamico: più in dettaglio, con FreeSync il monitor sincronizza in tempo reale il suo refresh rate con il frame rate della GPU.

[Immagine ad alta risoluzione]

In tal modo viene risolto il problema, indicato in gergo con la terminologia di "frame tearing", che è innescato dalla condizione per cui il frame rate è superiore al refresh rate ed è osservabile come una sorta di taglio delle immagini percepite dall'occhio umano.

[Immagine ad alta risoluzione]

Finora, escludendo la soluzione G-SYNC di NVIDIA, il "frame tearing" veniva limitato, se non eliminato in maniera completa, con la, peraltro ormai obsoleta, tecnologia V-Sync, attraverso la quale, intervendo sulla GPU mediante software, il frame rate veniva allineato al refresh rate del monitor, sincronizzando così le due grandezze di interesse.

[Immagine ad alta risoluzione]

Tuttavia l'approccio V-Sync, in tutti gli scenari in cui la GPU produce un frame rate inferiore alla frequenza di refresh del monitor, comporta a sua volta un effetto collaterale, denominato "input lag" o "stuttering". In queste condizioni, infatti, l'utente percepisce un ritardo tra la pressione di un pulsante del controller e la conseguente risposta del game sul monitor (nella maggior parte dei casi questo fenomeno determina una sorta di latenza del mouse).

[Immagine ad alta risoluzione]

AMD con FreeSync si pone come obiettivo la risoluzione di entrambe le problematiche, ovvero del "frame tearing", da un lato, e dell'"input lag" o "stuttering", dall'altro, poichè garantisce che la sincronizzazione sia costante. Rispetto alla soluzione concorrente G-SYNC di NVIDIA, tuttavia, FreeSync utilizza una feature che è parte dello standard DisplayPort 1.2a, per cui non richiede nè la fabbricazione dei monitor con hardware aggiuntivo, finalizzato proprio al supporto della tecnologia, nè il pagamento di licenze d'uso da parte dei maker delle periferiche di output.

[Immagine ad alta risoluzione]

Pagina successiva


 TAG: amd  |  articolo  |  catalyst 15.3 beta  |  freesync  |  g-sync  |  gpu  |  grafica  |  monitor Indice Tag  
      Contatti

      Pubblicità

      Media Kit
      Community

      

      
      Feed RSS

      Note legali

      Privacy
      Sitemap

      Translator

      Links
      Il nostro network comprende anche:

      3DFXZone      AMDZone      ATIZone

      ForumZone      NVIDIAZone      UnixZone
Le pagine di HWSetup.it sono generate da un'applicazione proprietaria di cui è vietata la riproduzione parziale o totale (layout e/o logica). I marchi e le sigle in esso citate sono di proprietà degli aventi diritto.